La Rivista 

Cronache DAL Foro Parmense, raccomandava il presidente Pettenati nell’ormai lontano 1992; non DEL Foro: nessun pettegolezzo da poco; dobbiamo raggiungere e mantenere un alto livello e promuovere vera cultura giuridico – forense, ma non solo.

Chissà se le nostre CRONACHE sono state e sono all’altezza, una settantina di numeri dopo.

Tra testi normativi, commenti, giurisprudenza, interviste, resoconti, esperienze, un cruciverba, analisi, rubriche, approfondimenti, “speciali” monotematici e quaderni, tanti colleghi –ai quali va il nostro sincero ringraziamento- ci hanno accompagnato, leggendo e
scrivendo in oltre vent’anni di tumultuosa trasformazione del nostro modo di vivere, della società, prima ancora che dell’avvocatura e della Giustizia.

L’autore primatista assoluto è Giacomo Voltattorni, coi suoi 31 “segnali di fumo”, 15 altri interventi e il complesso cruciverba; sono assai frequenti Raimonda Pesci Ferrari e Renato del Chicca (14 ciascuno). Tralasciando i molti redattori che si sono succeduti nel tempo* (nonché qualche sporadico intervento del nostro Direttore responsabile, Giuseppe Negri, che pericolosamente ci lascia fare), CRONACHE ha, talora orgogliosamente, ospitato scritti e pensieri di oltre duecento collaboratori, tra i quali Guido Alpa, Fausto Capelli, David Cerri, Remo Danovi, Cesare Galli, Carla Guidi, Giovanni Iudica, Alarico Mariani Marini, Fabio Merusi, Massimo Montanari, Valerio Onida.

Cronache logo nuovoBuona lettura  – LA REDAZIONE

*  Luigi Angiello, Nicola Bianchi, Dominga Bubbico, Ernesto Calistro, Andrea Conforti, Emanuela De Roma, Maurizio Paride Donelli, Margherita Ferrari, Valentina Gastaldo, Alberto Magnani, Francesco Mattioli, Renzo Menoni, Giorgio Mutti, Marisa Scartazza, Giuseppe Scotti, Lucia Silvagna, Marcello Ziveri.